semplicemente io…

Adoro i tatuaggi, ne ho diversi e l’ultimo ancora non l’ho fatto, porto gli orecchini da quando ho 14 anni, mi piace fumare così come mi piace correre, sono disordinato nella quotidianità ma preciso e pignolo nel mio lavoro, sono io, senza maschere, come ritengo giusto sia quando ci si presenta…

Cosa amo fare quando non ho una macchina fotografica in mano:

Amo cucinare, non riesco a non guardare tutti i programmi tv che parlano di cibo e cucina (da Masterchef a Hells Kitchen)
Amo leggere, leggo davvero moltissimi libri, di vario genere, dai romanzi storici (adoro il medio evo) alle biografie di persone che seguo (cuochi, fotografi, reporter e via discorrendo…)
Amo viaggiare, comunque, fortunatamente o sfortunatamente, in questo periodo non ho il tempo di farlo.
Amo passare del tempo con mia moglie, Francesca, è anche attraverso il suo continuo supporto che faccio questo lavoro con passione, lei mi incoraggia, mi consiglia, critica il mio lavoro. Mi piace condividere con lei ciò che faccio.
Amo giocare con la mia pelosissima cagnolona, la mia Maffy, una Golden Retriever femmina, è come fosse mia figlia.

Aggiornamento settembre 2018: purtroppo Maffy ci ha lasciato, ma a febbraio 2019 è arrivato a casa questo piccolo delinquente, Flocky, si ricomincia…

“Siamo diventati vecchi e ci siamo abituati a stare insieme. Pensiamo le stesse cose. Ci leggiamo nella mente. Sappiamo cosa vuole l’altro senza dover chiedere. A volte l’uno fa irritare l’altro. Forse a volte ci diamo per scontati. Ma di tanto in tanto, come oggi, medito su di noi e mi rendo conto di quanto sono fortunato a condividere la mia vita con la più grande donna che abbia mai incontrato”. [Johnny Cash]

Questo per dire che ho la fortuna di avere accanto una persona che amo, e che mi ama. E’ mia moglie, ma anche la mia migliore amica, la mia critica più feroce, la persona che, più di ogni altra, mi stimola continuamente a fare meglio.

E’ Francesca.

(fotografia di Andrea Gilberti)
giorgio baruffi fotografo e francesca

Biografia

Visto che con la fotografia ci vivo (matrimonio, ritratto, fotografia commerciale e food photography), ritengo corretto che sia molto chiara la mia esperienza.

Mi occupo di fotografia da sempre, ma il mio studio l’ho aperto esattamente 10 anni fa (2010).

In questi dieci anni ho fotografato centinaia di coppie nel loro giorno più bello, ma anche moltissimi prodotti, luoghi, persone.

Perchè ho scelto la fotografia di matrimonio?

(come settore prevalente)

Ritengo che sia, per molti versi, la somma di molti generi fotografici (dal reportage al ritratto, ma non solo) quindi a livello personale e fotografico è estremamente soddisfacente per chi, come me, ama fotografare le interazioni fra le persone.

Molto spesso la fotografia di matrimonio viene considerata fotografia di serie B, questo, purtroppo, con grande colpa dei fotografi stessi. Per me non è così, realizzare le fotografie che entreranno a far parte dei ricordi delle famiglie, beh, è estremamente importante invece.

Infatti sono fra i soci fondatori di ANFM, l’unica associazione nazionale di settore, sono stato membro del direttivo per diversi anni, questo credo la dica lunga sul mio amore per questo genere di fotografia.

Durante la mia carriera mi sono occupato di:

  • fotografia commerciale (still life)
  • fotografia immobiliare
  • reportage di viaggio e naturalistici, come docente di fotografia naturalistica e di paesaggio
  • reportage turistici in diverse città europee, come fotografo di redazione per una importante rivista
  • docenze: fotografia e post produzione, Photoshop e Lightroom